08 Ott 2020

Gigi Simoni eletto a Cremona Miglior Tecnico del Novecento

Impossibile dimenticare Simoni. Un allenatore vincente, ma soprattutto un Uomo, amato in tutta Italia per i suoi modi garbati e per la sua onestà intellettuale sempre più rara nel mondo del calcio. La sera dell’8 ottobre 2020 la città di Cremona, che ha eletto il mister gentiluomo miglior tecnico del Novecento, ha realizzato un evento per ricordare i mesi difficili della pandemia visto che la provincia è stata tra le più colpite dal Covid che ha generato lutti strappando tante persone agli affetti senza dare la possibilità ad amici e parenti dell’ultimo saluto. Nel corso della serata – dal titolo “Insieme per ricordarvi” e svoltasi al locale Juliette poco fuori il centro cittadino – i tifosi grigiorossi hanno celebrato e commemorato il loro allenatore, il trainer più amato nella storia del club, vista l’impossibilità di poter partecipare alle esequie a San Piero a Grado. Ospiti della serata la violinista Lena Yokoyama, che con le sue note dal tetto del nosocomio cittadino, è stata simbolo di rinascita dal Coronavirus e ha ridato speranza ad un popolo che stava soffrendo e i Samaritan’s Purse che hanno aiutato i medici e gli infermieri con il loro ospedale da campo. Sul palco anche i giocatori della Cremonese di ieri e di oggi, accompagnati dal tecnico Pierpaolo Bisoli che ha guidato la squadra ad una salvezza dedicata ad una città che stava uscendo da un periodo difficile.

Alla serata, presentata dalla conduttrice Eleonora Busi e svoltasi nel rispetto delle normative anti contagio, era presente anche Monica Fontani, la moglie di Simoni, con il figlio Leonardo e con il giornalista Luca Tronchetti, uno degli autori della biografia del grande allenatore. Tanta commozione quando Monica Fontani e il figlio Leonardo sono saliti sul palco ricevendo applaudi scroscianti e gli immancabili cori che negli anni Novanta si sollevavano dalla curva grigiorossa “Gigi Simoni, Gigi Simoni, Gigi Simoni”.  “Gigi e Cremona erano e sono legati a filo doppio. – ha detto la moglie del tecnico protagonista dell’ultima promozione in A della Cremonese e della vittoria del torneo anglo-italiano nel magico pomeriggio di Wembley –  La nostra famiglia è stata accolta dalla gente e dai tifosi con tanto affetto e ogni volta che torniamo è come tornare a casa.  Questa città, questa squadra, questi colori, hanno un posto speciale nel nostro cuore e nel cuore di Gigi che ha lasciato ricordi indelebili non solo negli sportivi, ma anche nella gente comune. Lui è ancora con noi”.

 

Alla famiglia Simoni i tifosi hanno regalato una splendida foto del mister con una dedicata speciale posta sul retro dell’immagine che ritrae il tecnico gentiluomo in panchina con la sciarpa grigiorossa. Ecco il testo: “Ciò che rimane nella vita sono i ricordi, quei momenti vissuti insieme che ti hanno fatto felice. La ricchezza non è chiusa dentro una cassaforte, ma nella nostra mente e nel più profondo del nostro cuore, così come le emozioni che hai provato dentro la tua anima. Caro Gigi, è stato un privilegio poter percorrere un pezzo di strada e di vita insieme. Ci sono tanti modi per entrare nella vita di una persona, ma ce n’è uno solo per rimanerci ed è il rispetto. Quello che hai sempre portato con te e sempre mostrato per noi, per i nostri colori e per la nostra città. Ci hai fatto sognare, impazzire di gioia, portato nel tempio del calcio e mai verrà scordato. La cosa più bella però eri te, con i tuoi modi e quel sorriso contagioso! Ti vogliamo bene. Ciao Gigi”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *